Saaaaalve.

insomma, che scusa posso usare - soprattutto con me stessa - per aver disatteso di nuovo le mie aspettative sulla costanza di blogger che mi riproponevo di avere?
- eh, gli esami.
- beh e poi la laurea.
- dai, un pò di meritato riposo ci sta.
- mi è morto l'acaro che viveva sotto il letto e ho passato lunghi mesi di lutto...

In ogni caso ormai non ho proprio più scuse. Per riassumere gli ultimi ..oh cazzo! 8 mesi, direi che effettivamente sono riuscita a finire gli esami, e laurearmi con una tesi su Virginia Woolf e Riane Eisler (per delucidazioni su quest'ultima - gran- donna vi consiglio  di leggere "Il calice e la Spada" e di dare un'occhiata a http://www.partnershipway.org/). Quindi dal 30 marzo sono ufficialmente una donna senza occupazione di sorta. Ma...a settembre/ottobre si ricomincia: la città che ho sempre considerato come mia nemesi (leggasi Milano)  probabilmente mi ospiterà per uno se non due anni...fortunatamente è vicina a Torino, dove studia il mio morosopirla e dove passerò gran parte dei miei weekend, almeno così suppongo. Tuttavia, a differenza di un paio di mesi fa, ho deciso di dare una chance alla città della "madunina". Staremo a vedere. Tento di non cadere nel panico pre- scelta e pre-partenza pensando che bene o male mi troverò con ragazzi della mia età e più giovani a condividere le stesse difficoltà ed esperienze...Si, parole al vento per ora. Condivido con un continuo senso di eccitazione e paura. Spero avrà la meglio la prima il giorno che dovrò partire. Intanto mi auguro che i prossimi "sopralluoghi" raggiungeranno il loro scopo di schiarirmi le idee e farmi prendere una decisione.

Intanto, in questi mesi estivi, vorrei scrivere. Una volta mi riusciva quasi discretamente, poi l'università mi ha inaridita, soprattutto per la mancanza di sufficiente tempo libero per permettermi di farlo. Ora ho la mente abbastanza piena di cose e la vita abbastanza vuota da concedermi giornate intere di dolce far niente. Visto che le mie offerte di ripetizioni sono state ampiamente snobbate, tanto vale prendermi questo tempo per me. E spero di riprendere a scrivere anche qui. Anzi, è un buon punto di partenza. (è divertente, sto parlando a me stessa tramite una tastiera e uno schermo e potenzialmente sto dicendo queste cose a centinaia d'occhi. Solo potenzialmente, ma questo è già abbastanza).


Commenti

Post più popolari