la metà buona della mela.

avevo scritto un post. il server non ha gradito e mi si è piantato. non era niente di importante, e siccome ricreare artificialmente quello che allora (beh, allora è esagerato riferendomi ad un paio di giorni fa, ma questo passa la casa - soddisfatti o rimborsati) avevo pensato scritto non mi va, e tanto non era niente di importante, ora ricomincio con fatti più "recenti". Per esempio ho mal di testa nauseabondo - insomma, terribile - e studiare la ballata del vecchio marinaio mi sta angosciando molto, a livelli di farsi venire il magone . C'è un motivo per cui da un anno a questa parte faccio molta fatica a leggere cose che portano ad interiorizzare o anche semplicemente a pensare o identificarsi con il protagonista e cose simili. così mi strafogo di Harriot e i suoi animali, che mi fa stare bene. Devo riuscire ad eliminare quest'ansia nascosta che c'è in me, in qualche modo. E' come se galleggiassi in un mare immobile e non sapessi in che direzione muovermi. Cioè, io lo so dov'è che devo dirigermi ma mi manca qualcosa. Forse le mie sole forze non mi bastano. Così tanto vale cercare di vivere "alla giornata " (che espressione tremenda) e pazienza. Ho la sensazione che di me ne basterebbe una metà, quella "buona". E' anche per questo che cerco di trovare gli aspetti di me che mi sembrano migliori e tenermeli stretti, riconoscerli per non gettarli con il resto.


Commenti

Post più popolari